Il gelato. Una di quelle ghiotte delizie che dicono un sacco di cose in estate e che non hanno nessun significato in inverno, un concetto di felicità. La bella stagione è finalmente arrivata e tra le cose belle come i tormentoni musicali, le lunghe giornate in spiaggia, i capelli più leggeri, la pelle più scura, l’acqua più calda, le bibite più fresche, non poteva non portare con sé il suo grande must: il gelato!!! Tutti pazzi per il gelato! Nondimeno i bambini del Centro Diurno per minori di Lenola, il cui Ente committente è il Distretto Socio Sanitario LT4, gestito dal Consorzio Intesa tramite la propria Consorziata. Il gelato è una di quelle ghiotte delizie che dicono un sacco di cose in estate e che non hanno nessun significato in inverno, non è un dolce, non è un dessert, non è un alimento, è un concetto di felicità. Esattamente il concetto che hanno espresso i volti dei bambini del Centro in un’uscita al gelato dedicata in compagnia delle operatrici e delle loro mamme! Il gelato. C’è chi ci mette un’ora o un secondo a scegliere i gusti, a scegliere se nel cono o nella coppetta, se prediligere quello confezionato o artigianale ma il risultato è unico per tutti: gioia per il palato. Un tempo “Dagli altoparlanti del camioncino una musica, in genere di tipo circense, annunciava l’arrivo del gelataio, dando ai bambini il tempo di afferrare tutti gli spiccioli che trovavano in giro per casa e di corrergli incontro”. Tutto cambia, niente cambia. Questa volta è stata l’allegra compagnia a raggiungere il chiosco del gelataio fermo al parco! Ognuno ha scelto secondo le proprie preferenze, per un misto di felicità condensata. Giochi del parco a portata, i bambini non hanno poi mancato l’occasione di sedere sulle altalene, volare abbracciando il vento, ondeggiare di pensieri con le gambe al vento su quei “pendoli dell’infinito”; salire sugli scivoli, scenderne, risalirli; sedere sulle giostre e girare, girare fino a perdere, in risa, la testa dalla gioia e perdere la cognizione del tempo. “Il tempo che è un gioco, giocato splendidamente dai bambini”.
I bambini hanno una naturale tendenza alla crescita e allo sviluppo di tutto le loro potenzialità. La crescita porta cambiamenti che fa sentire grandi, capaci, soddisfatti. Togliere il pannolino può e deve essere vissuto sicuramente tra i cambiamenti del bambino quale una conquista. Gli adulti hanno un ruolo importante in quanto sostengono, accompagnano il bambino in questo processo: se è vero che ognuno di noi ha una naturale spinta all'autonomia e alla crescita, è altrettanto vero che avere una base sicura su cui appoggiarsi con fiducia facilita il processo. E questo le educatrici dell’Asilo Nido Comunale “Mariangela Furone” di Fonte Nuova, gestito dal Consorzio Intesa tramite la propria Cooperativa Consorziata, lo sanno bene! Al punto di dedicare un’intera settimana della programmazione annuale allo spannolinamento. Questa settimana può essere definita come di sensibilizzazione per i bambini che poi dovranno, al termine, togliere il pannolino. Tante, varie e divertenti sono state le attività che il nostro Nido ha messo in atto, durante la settimana dedicata, alla sensibilizzazione! Tanto per cominciare una “Caccia al tesoro” in cui i bambini deputati hanno dovuto cercare tutti gli oggetti occorrenti a scalzare il pannolino: riduttore, vasino, carta igienica, mutandine! Trovate le mutandine, i bimbi hanno colorato loro stessi le prime mutandine da indossare, in un’attività con i colori per la stoffa, al fine di render più piacevole questo cambiamento. E ancora, da parte delle nostre eccellenti educatrici: una storia per facilitare il processo! La drammatizzazione di un libriccino dal titolo “Lia e Leo tolgono il pannolino”. Una storia che racconta l’esperienza di una bimba e un bimbo che tolgono il pannolino e diventano bimbi grandi, si trasformano.  Tutte le attività svolte sono fatte dal Nido nell’accezione di una festa, perché i traguardi vanno festeggiati! Al termine della settimana di sensibilizzazione che ha avuto per oggetto la familiarizzazione e il “far amicizia” con quelle che saranno le routine da bimbi grandi, il venerdì si sono celebrati i bambini che vengono spannolinati. All’insegna della solennità e dell’allegria, ripercorrendo i tratti percorsi, data un’ultima sbirciata al libriccino amico, si son salutati i bambini che tolgono il pannolino al momento dell’uscita, tutti pronti per accoglierli il lunedì successivo con un grande applauso, da bimbi grandi, finalmente con le mutandine! Il taglio di un traguardo, nastro di una nuova partenza e sinonimo di vita.
Continua l’esplorazione delle Consorziate in vista del decennale di attività e Servizi del Consorzio Intesa, all’insegna dello spirito di appartenenza delle Cooperative al Consorzio. Questa sarà la settimana dedicata, con l’odierno macro contenuto, e i giornalieri micro contenuti, alla Cooperativa Sociale Onlus "Agathè”. Nata nel 2012, la Cooperativa Sociale Onlus "Agathè” si configura, a oggi, con un totale di 64 lavoratori, di cui 56 soci lavoratori, per un totale di 57 donne e 7 uomini; Angela Ciardi in qualità di Presidente del Consiglio di Amministrazione e Barbara di Pucchio e Maria Rosaria Camillacci in qualità di Consiglieri. Costituitasi con l'obiettivo di promuove gli interessi generali della comunità, la Consorziata è dedita alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini. Tale scopo è perseguito attraverso la progettazione e la gestione dei servizi socio-sanitari ed educativi, soprattutto nel settore degli interventi territoriali, in particolare di quelli domiciliari a favore di portatori di handicap e di minori e, di quelli inerenti il servizio di assistenza specialistica scolastica.  Dalla compagine ampiamente femminile, i Servizi che vedono attualmente il team occupato sono riconducibili a: il Servizio Domiciliare AIPES – Consorzio per i Servizi alla Persona; Il Servizio Educativo e di Segretariato Sociale AIPES – Consorzio per i Servizi alla Persona; la gestione dell’Asilo Nido Comunale “Mariangela Furone” di Fonte Nuova (Rm); la gestione del “Progetto Casa Argentina Altobelli” di Roma; il Servizio di Assistenza Specialistica nei Distretto socio-sanitario di Pofi; la gestione del Servizio di Assistenza Domiciliare nel Comune di Zagarolo; la gestione del Centro Diurno per Disabili di Velletri.
Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Consorzio Intesa Società Cooperativa Consortile a r.l.